Iscriviti alla newsletter

Le ultime novità su Franco Battiato direttamente nella tua email.


Iscriviti


* Informativa sul trattamento dei dati personali

 

Contatti

Angelo Privitera (Website administrator)

Franco Battiato (L'Ottava)



Credits

Designed & developed by

logo


Management e live booking:

International Music and Arts
Francesco Cattini

Elisa Sitta



© 2011-2015 Franco Battiato.
Tutti i diritti riservati.

chiudi
Newsletter - Contatti
fb

Fleurs 3
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_sx

Un omaggio alla scuola dei cantautori genovesi con la presenza di brani di Bruno Lauzi e Gino Paoli, per continuare con Paolo Conte, PFM, Alan Sorrenti, la musica francese con Leo Ferrè. Anche in questo disco, come in Fleurs, troviamo un lied classico di Richard Strauss, su parole del grande scrittore tedesco Hermann Hesse (Siddharta) ed un brano originale (Come un sigillo) su testo di Manlio Sgalambro, cantata in duetto con Alice.
La canzone introduttiva, Perduto amor, è un successo del cantante belga di origine italiana Adamo (vero nome Salvatore Adamo), che diede il titolo al primo film di Franco. L’album raggiunse il primo posto in classifica nel settembre del 2002. Tre tracce di questo album sono state scelte per la colonna sonora del film Manuale d’amore, diretto da Giovanni Veronesi (Insieme a te non ci sto più, Ritornerai e Se mai).

Fleurs 3
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_dx
Sony Music, 2002
Last summer dance
Last summer dance (live)
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_sx

“E’ stato il pubblico l’elemento scatenante che mi ha convinto a realizzare un disco dal vivo”.

 

Un album con 26 classici di Franco interpretati dal vivo e registrati durante il tour del 2003, un viaggio negli ultimi trent’anni attraverso la musica convertita in filosofia, preghiera, danza, racconto.

Last summer dance
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_dx
Sony Music, 2003 | Live
Last summer dance
Dieci stratagemmi
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_sx
Tags:

Elementi classici e sperimentazione elettronica, poesia striata di malinconia e solarità accompagnata da suggestivi arrangiamenti per archi, influenze dell’estremo oriente si affollano creando spettacolari paesaggi sonori. Sono visioni che balenano in mente ascoltando questo disco. Il titolo dell’album è ispirato ai 36 stratagemmi, libro di Gianluca Magi (ispirato a sua volta da L’arte della guerra, un trattato di strategia militare attribuito al generale cinese Sunzi). Dall’album sono stati estratti i singoli Tra sesso e castità, Le aquile non volano a stormi, Odore di polvere da sparo. Tra i collaboratori dell’album (tracce 5, 8 e 9), i Krisma, amici di Franco. La cantante Cristina Scabbia dei Lacuna Coil interviene nel brano I’m That. La traccia n° 8 (23 Coppie di Cromosomi) contiene, nella parte introduttiva, un chiaro ed esplicito riferimento ad un classico di Karlheinz Stockhausen: Gesang der Jünglinge (Cantico dei giovani).

Dieci stratagemmi
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_dx
Sony Music, 2004
Dieci stratagemmi
Il vuoto
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_sx

Non rappresenta esclusivamente il disorientamento, l’abisso, il vuoto di senso che caratterizza l’uomo e la società contemporanea, ma assume anche una valenza positiva, identificato come spazio da riempire, fisicamente e spiritualmente. E’ una esortazione a riscoprire la vita semplice, l’occasione per celebrare la riscoperta delle piccole cose: una fuga dalla frenesia e dal caos del mondo complesso, e al contempo un riavvicinamento alla natura. Il sound, in linea con la dimensione lirica, abbandona le costruzioni complesse e le irruzioni di ritmiche e chitarre per recuperare un suono essenziale che si compone di tocchi al pianoforte, fraseggi di una chitarra, del soffice tappeto di una elettronica minimale, dagli arrangiamenti dell’orchestra.

Il vuoto
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_dx
Universal, 2007
Il vuoto
Fleurs 2
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_sx

Contiene brani di Sergio Endrigo, Alain Barriere, degli Aphrodite’s Child con la splendida voce della cantante iraniana Sepideh Raisadat, Gilbert Becaud, Dalida, Paul Simon, una versione italiana del pezzo Frankestein di Antony and the Johnson, redatta da Franco e cantata in duetto con lo stesso Antony. La voce di Carmen Consoli si confonde a quella di Franco nell’inedito Tutto l’universo obbedisce all’amore. In questo disco troviamo una cover di E più ti amo, 45 giri inciso nel 1965 con il nome di Francesco Battiato. Il disco si conclude con L’addio, scritta per Giuni Russo e mai interpretata in precedenza: un commosso saluto alla grande cantante siciliana prematuramente scomparsa quattro anni prima.

Fleurs 2
30 luglio 2010 | Sezione: discografia_interna_dx
Universal, 2008
Fleurs 2