Iscriviti alla newsletter

Le ultime novità su Franco Battiato direttamente nella tua email.


Iscriviti


* Informativa sul trattamento dei dati personali

 

Contatti

Angelo Privitera (Website administrator)

Franco Battiato (L'Ottava)



Credits

Designed & developed by

logo


Management e live booking:

International Music and Arts
Francesco Cattini

Elisa Sitta



© 2011-2015 Franco Battiato.
Tutti i diritti riservati.

chiudi
Newsletter - Contatti
fb
film

Attraversando il Bardo (2014)
10 dicembre 2014 | Sezione: film

Attraverso il Bardo

Scheda
  • Il Bardo del titolo è “Bardo Todol”, il testo più noto della letteratura tibetana: si riferisce a quello stato della mente dopo la morte, quando la coscienza è separata dal corpo.
    Un viaggio prezioso nell’immortalità dell’anima, attraverso il racconto lieve e sensibile di Franco Battiato.
    Il regista-musicista siciliano, animato da una instancabile curiosità verso nuovi territori artistici, filosofici e spirituali, ci guida attraverso le parole di monaci e filosofi, asceti e psicologi della cultura occidentale e orientale. Verso la consapevolezza che la morte non è necessariamente un pensiero triste ma un’opportunità: prepararsi alla morte è prepararsi a vivere in modo più pieno, con serenità e gioia.


  • Cast


    Trama


    Note di regia


    Il libro


    Colonna sonora

    Auguri don Gesualdo (2010)
    4 ottobre 2010 | Sezione: film
    Tags:

    Niente è come sembra

    Auguri don Gesualdo Auguri don Gesualdo Auguri don Gesualdo Auguri don Gesualdo Auguri don Gesualdo Auguri don Gesualdo
    Scheda
  • Regia: Franco Battiato
    Anno di produzione: 2010
    Tipologia:  docufilm
    Paese:  Italia
    Produzione esecutiva: Fabio Bagnasco e Massimiliano Pollina
    Formato di proiezione: DVD
    Titolo originale:  Auguri Don Gesualdo


  • Cast
  • Regia: Franco Battiato
    Sceneggiatura: Manlio Sgalambro
    Firettore della fotografia: Daniele Baldacci
    Assistente operatore: Leandro Rocco Aventaggiato
    Fonico: Turi Torrisi
    Ingegnere del suono: Pino “Pinaxa” Pischetola
    Voce narrante: Giulio Brogi
    Montaggio: Riccardo Sgalambro
    Foto di scena e grafica: Natalia Aggiato
    Tecnico informatico: Fabbio La Motta
    Assistenti di produzione: Gianni Piombino e Antonio Ficarra


  • Trama


    Note di regia


    Il libro


    Colonna sonora

    Trailers (archivio)
    13 luglio 2010 | Sezione: film

    Perduto Amor | Trailer n° 2
    Tempo: 2:35″

    » scheda film

    Musikanten | Trailer n° 2
    Tempo: 2:35″

    » scheda film

    Niente è come sembra | Trailer n° 2
    Tempo: 2:35″

    Niente è come sembra (2007)
    13 luglio 2010 | Sezione: film
    Tags:

    Niente è come sembra

    Niente è come sembra Niente è come sembra Niente è come sembra Niente è come sembra Niente è come sembra Niente è come sembra
    Scheda
  • Regia: Franco Battiato
    Anno di produzione: 2007
    Durata: 72′
    Tipologia: lungometraggio
    Genere: drammatico
    Paese: Italia
    Produzione: L’Ottava, Bompiani
    Formato di proiezione: 35mm, colore
    Titolo originale: Niente è Come Sembra
    Altri titoli: Nothing Is As It Seems


  • Cast
  • Giulio Brogi – Giulio
    Pamela Villoresi – Pamela
    Chiara Conti – Chiara
    Anna Maria Gherardi – Anna
    Silvia Luzzi – moglie di Giulio
    Gino Santoro – Gino
    Marcello Sambati – Marcello
    Massimo Corsaro – Massimo
    Paola Mandel – Paola
    Juri Camisasca – Se stesso

    con la partecipazione straordinaria di Alejandro Jodorowsky e Sonia Bergamasco
    Regia e soggetto Franco Battiato
    Sceneggiatura Franco Battiato e Manlio Sgalambro
    Produzione: L’Ottava-Bompani
    Prodotto da: Francesco Cattini


  • Trama
  • Giulio Varga, anziano docente di Antropologia Culturale, decide di recarsi in un villaggio per documentare una “festa del fuoco” di origini precristiane; nella ricerca di questo luogo si perde in un bosco in cui vaga fino al sopraggiungere dell’oscurità, nella quale scorge, infine, una casa illuminata. Qui assiste ad una insolita festa di compleanno: in una stanza i convitati discutono di Metafisica, in altre si tengono letture di tarocchi ed esercizi di musica. In seguito, dopo una passeggiata ricreativa, alcuni di essi manifestano prodigi mistici, e all’ateo Giulio viene presentata la triste condizione dell’uomo, prigioniero delle proprie passioni.

    Il film si conclude in maniera quanto mai insolita: mentre un gruppo di persone ascolta attentamente un maestro spirituale che predica in un assolato giardino, Giulio si allontana con indifferenza per raccogliere delle ciliegie.


  • Note di regia
  • Il film è ispirato a una frase attribuita a Buddha. E’ un racconto ossessivo in cui si parla dell’esistenza di Dio, mettendo a confronto il punto di vista di credenti dubitanti e quella di un ateo. L’azione si svolge prevalentemente all’interno di una casa, durante la festa di compleanno.
    Franco Battiato


  • Il libro
  • Il libro da cui è tratto il film “Niente è Come Sembra. Con DVD”
    di Franco Battiato, 115 pp, Bompiani, collana Assaggi, 2007

    Contenuti extra dvd
    Concerto di Franco Battiato
    Al Teatro degli Arcimboldi, Milano per il FAI – Fondo Ambiente Italiano
    Con la Royal Philarmonic Orchestra
    Direzione d’orchestra e pianoforte CARLO GUAITOLI
    Tastiere e programmazione ANGELO PRIVITERA
    Produzione concerto INTERNATIONAL MUSIC srl.


  • Colonna sonora
  • 1. Teoria della Sicilia (Manlio Sgalambro)
    2. Plaisir D’Amour
    3. Gestillte Sensucht
    4. La canzone dell’amore perduto
    5. Lode all’inviolato
    6. Amici (Manlio Sgalambro)
    7. La cura

  • Musikanten (2005)
    24 marzo 2010 | Sezione: film
    Perduto Amor

    Musikanten Musikanten Musikanten Musikanten Musikanten
    Scheda
  • Regia: Franco Battiato
    Anno di produzione: 2005
    Durata: 92′
    Tipologia: lungometraggio
    Genere: drammatico
    Paese: Italia/Germania/Spagna
    Produzione: L’Ottava, Rai Cinema
    Formato di proiezione: HD/35mm, colore
    Titolo originale: Musikanten


  • Cast
  • Alejandro Jodorowsky – Ludwig van Beethoven
    Sonia Bergamasco – Marta Codevilla / Il Principe
    Fabrizio Gifuni – Nicola Matteis / Gentiluomo amico di Beethoven
    Michela Cescon – Moglie di Nicola
    Chiara Muti – Contessa
    Manlio Sgalambro – Narratore
    Juri Camisasca – Jan Palestein
    Chiara Conti – Bettina Brentano
    Antonio Rezza – Antonio Rezza
    Lucia Sardo – Lucia Sardo
    Valter Malosti – Amico di Beethoven

    Soggetto: Franco Battiato e Manlio Sgalambro
    Sceneggiatura di Franco Battiato e Manlio Sgalambro
    Musiche: Franco Battiato
    Fotografia: Daniele Baldacci
    Montaggio: Riccardo Sgalambro
    Scenografia: Luca Volpatti
    Costumi: Monica Celeste
    Effetti: Franco Galiano, Mauro Vicentiniauto
    Regista: Nicola Rossoni, Antonello Sammito
    Produttore: Francesco Cattini
    Regia di Franco Battiato


  • Trama
  • Un ensemble esegue musica antica per un programma televisivo chiamato Musikanten, curato da Marta e Nicola. I due presentano al direttore di rete un nuovo programma: un progetto che mira a coinvolgere studiosi di varie discipline che hanno in comune l’obiettivo di aprirsi a settori normalmente definiti non scientifici.

    L’incontro con uno di questi studiosi, uno sciamano che vive isolato in una strana casa costruita dentro una roccia, conduce Marta a sottoporsi a un esperimento di ipnosi regressiva. L’esperimento rivela a Marta che forse, in una vita precedente, lei era un principe, amico e mecenate di Beethoven. Da questo momento il film descrive gli ultimi anni di vita di Beethoven visti da Marta.

    La protagonista, uscendo dall’ipnosi, scopre che ha avuto luogo un colpo di stato globale.


  • Note di regia
  • Beethoven è un pretesto per descrivere il senso dell’eccellenza, che va scomparendo. Voglio emozionare lo spettatore a un livello superiore e più profondo di quello della storia in se stessa. Si tratta di un progetto che mira a coinvolgere studiosi di varie discipline, che hanno in comune l’obiettivo di aprirsi a settori, normalmente, definiti non scientifici. Franco Battiato.


  • Colonna sonora


    Festival e premi
  • Hit Week (2009)
    Sicilian Film festival (2007)
    Lodi Città Film (2006)
    Asolo Art Film festival (2006)?
    Accadde domani. Nuovo cinema italiano (2006)
    Los Angeles, Italia, Film, Fashion and Art Festival (2006)
    Sulmona Cinema Film Festival (2005)
    Washington D.C: Italian Film Festival (2005)
    Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (2005)
    Fenice Festival (2005)

    Premi vinti
    Sicilian Film Festival (2007)
    Premio migliore regia (Franco Battiato)

  • PerdutoAmor (2002)
    20 febbraio 2010 | Sezione: film
    Perduto Amor

    PerdutoAmor PerdutoAmor PerdutoAmor PerdutoAmor PerdutoAmor PerdutoAmor
    Scheda
  • Regia: Franco Battiato
    Anno di produzione: 2002
    Durata: 87′
    Tipologia: lungometraggio
    Genere: commedia
    Paese: Italia
    Produzione: L’Ottava, Sidecar Films & Tv
    Titolo originale: Perdutoamor


  • Cast
  • L’Ottava e Sidecar

    presentano
    PERDUToAMOR

    un film di
    Franco Battiato

    con
    Corrado Fortuna – Ettore Adulto
    Donatella Finocchiaro – Mary
    Anna Maria Gherardi – Augusta
    Lucia Sardo – Nerina
    Ninni Bruschetta – Luigi
    Tiziana Lodato – la “vivace”
    Manlio Sgalambro – Martino Alliata
    Luca Vitrano – Ettore Bambino
    Gabriele Ferzetti – Tommaso Pasini
    Nicole Grimaudo – Raffaella
    Rada Rassimov – Clara Pasini
    Francesco Di Gregori – Uomo al bar
    Giovanni Lindo Ferretti – Il Separatista
    Carmelo Galati – Mario
    Samya Nadir

    soggetto: Franco Battiato
    sceneggiatura: Franco Battiato e Manlio Sgalambro
    musiche: Luis Enriquez Bacalov
    direttore della fotografia: Marco Pontecorvo
    montaggio: Isabelle Proust
    scenografia: Francesco Frigeri
    costumi: Gabriella Pescucci, Flora Brancatella
    suono: Raffaele De Luca, William Flageollet, Francois Joseph Hors, Vincent Montrobert
    casting: Fabiola Banziaiuto
    regista: Filippo Fassetta
    produttore esecutivo: Tore Sansonetti
    prodotto da Francesco Cattini
    distribuzione: Warner Bros


  • Trama
  • Il film, idealmente diviso in tre parti, descrive la formazione (tra la metà degli anni’50 e la metà degli anni’60) di un giovane siciliano. Nella prima parte (che va dalla fine del Festival di Sanremo del 1955 all’autunno-inverno dello stesso anno), il personaggio Ettore Corvaglia, ha 8-9 anni. La sua famiglia e la sua Sicilia, forse sono vere, forse no. Il bambino cresce tra la gioia di vivere di quel tempo me gli insegnamenti del suo mentore un colto aristocratico del paese.
    Nella seconda parte Ettore ha 20 anni ed ha già fatto le sue scelte ed i suoi studi. Siamo nel pieno del boom economico e delle sue contraddizioni. Nella terza parte Ettore è a Milano. Scopre una città piena di fermenti e frenesia. Entra nel mondo della musica che guarda con sospetto. La sua aspirazione è scrivere. Incontra un gruppo esoterico che gli apre un nuovo mondo. Capisce la bellezza della scoperta di sè.


  • Note di regia
  • Partiti da un soggetto assolutamente pretestuoso, con Manlio Sgalambro, abbiamo scritto una sceneggiatura per un film-balletto. Il protagonista, un “cavaliere inesistente”, condivide con gli altri caratteri (stereotipi di comodo) l’incontro con lo “straordinario”… Così la lezione di cucito, di tantra, l’esoterismo, la filosofia. Il mio intento era quello di comporre e plausibilizzare questi sprazzi di veglia.
    Franco Battiato


  • Colonna sonora
  • 1. Franco Battiato, Perduto amore (De Lorenzo-Adamo)
    2. Manlio Sgalambro, Non dimenticar le mie parole (D’Anzi-Bracchi)
    3. Orchestra Clementi e Coro Palestrina, Ich will hir bei Dir stehen (J.S.Bach)
    4. Dalida, Itsy bitsy petit bikini (Lee Pockriss-Paul Vance-Lucien Morisse-André Salvet)
    5. Andreas Scholl, Gloria patri (A.Vivaldi)
    6. Pippo Rametta, Te voglio bene assaje (R.Sacco-A.Longo)
    7. Orchestra Clementi, Adagio dal concerto in la maggiore K488 (W.A.Mozart)
    8. Donatella Moretti, Quando vedrete il mio caro amore (L.Ognibene)
    9. Salvatore Vinciguerra, Se tu sapessi (Bruno Lauzi)
    10. Luigi Fiumicelli, Sigillata con un bacio (P.Udell-G.Geld-S.Leva)
    11. Sonia e le sorelle, Sulla sabbia c’era lei (Newman-Nisa)
    12. Simone Bartolini e Carlo Guaitoli, In der Fremde (R.Schumann)
    13. Janet Baker, When I am laid on Earth (H.Purcell)
    14. Neill Sedaka, La terza luna (Migliacci-Henriquez)
    15. Giorgio Gaber, Porta Romana (U.Simonetta)
    16. Franco Battiato e Daniela Bruera, Beim Schlafengehen (R.Strauss)
    17. Herbert Pagani, Lombardia – Le plat pays (J.Brel-H.Pagani)
    18. Gregorio Alicata, Quando piove sulla spiaggia (Alicata-Chiosso)
    19. Moltheni, Prigioniero del mondo (Donida-Mogol)
    20. Maurizio, Cinque minuti e poi… (G.Lamorgese-A.Prestipino-H.Pagani)
    21. Robert Casadeus, estratto da Symphonic variations (Cesar Frank)
    22. CH, Parchment Farm (Mose Allison)
    23. Novena di Natale (A.Uccello)
    24. Carlo Guaitoli, Intermezzo in la maggiore op. 118 n. 2 (J.Brahms)

    © Columbia Sony Music, 2003


  • Festival e premi
  • Hit Week (2009)
    Sicilian Film festival (2007)
    Lodi Città Film (2006)
    Asolo Art Film festival (2006)
    Accadde domani. Nuovo cinema italiano (2006)
    Los Angeles, Italia, Film, Fashion and Art Festival (2006)
    Sulmona Cinema Film Festival (2005)
    Washington D.C: Italian Film Festival (2005)
    Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (2005)
    Fenice Festival (2005)

    Premi vinti
    Sicilian Film Festival (2007)
    Premio migliore regia (Franco Battiato)